Nella terra delle calzature d’autore

Non tutti sanno che le migliori scarpe del mondo, anche quelle che si fregiano dei marchi più famosi, sono prodotte in Italia nelle Marche. Regaliamo l’opportunità di compiere un viaggio nel distretto della calzatura, alla scoperta della storia e di questa arte, custodita gelosamente nei laboratori di produzione.

Itinerario

Montecosaro – Masterchef andata e ritorno

Il viaggio ha inizio a Montecosaro. Ludovica ha partecipato alla 3° edizione di Masterchef ed ha realizzato ciò che tanti concorrenti non sono riusciti ancora a coronare….aprire un proprio locale! Il Ristorante “Il San Lorenzo” a Montecosaro è pronto ad accoglierti con piatti tipici marchigiani nel pieno rispetto della tradizione regionale.

Relax totale

“Al dolce far niente” scoprirai un angolo di paradiso in cui ritrovare la pace, la tranquillità, il silenzio e nello stesso tempo avere lo spunto per scoprire i piccoli borghi, le mille chiese, il mare ed il verde, le feste, la cucina ed i vini di questa terra.

Dalla progettazione alla rifinitura – Redwood shoes

La mattina realizzerai un viaggio nell’universo Camerlengo, azienda che dal 1975 realizza calzature di qualità, partecipando alle fasi della progettazione, del taglio, dell’assemblaggio e della rifinitura. Vivrai da protagonista l’esperienza di creare calzature uniche ed originali, fedeli alla tradizionale lavorazione artigianale ma sempre all’avanguardia sia nello stile che nella ricerca dei materiali che contraddistinguono un autentico Made in Italy.

Visita al Museo della Calzatura

A Sant’Elpidio a Mare la volontà di valorizzare l’enorme patrimonio produttivo e di custodire una parte fondamentale della storia cittadina ha trovato il giusto riconoscimento con l’allestimento di un importante spazio espositivo all’interno dell’antico Convento dei Filippini, nel centro della Città, dedicato interamente al Museo della Calzatura. Coronerai il tour scoprendo le trasformazioni che hanno subìto le calzature, dai primi approcci fino alle produzioni più recenti, e ne comprenderai l’arte e le ragioni che hanno determinato in questo territorio l’esplosione del fenomeno e la conversione dalla dimensione artigianale a quella di distretto industriale.